lunedì 24 giugno 2019

LaMITICA del CENTENARIO. Fausto Coppi 1919-2019





LaMITICA del CENTENARIO. Fausto Coppi 1919-2019

La Ciclostorica del secolo pronta a riempire le strade dei Campionissimi

Il 2019 è ormai al giro di boa, e molti sono gli eventi inseriti nel ricco programma del progetto della Regione Piemonte dal titolo “Storia di un campione. 100 anni di Fausto Coppi” realizzato dalla Fondazione Circolo dei lettori e Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale, in collaborazione con DMO Piemonte Marketing e Piemonte Dal Vivo. Media Partner La Stampa e Il Secolo XIX per celebrare il Centenario della nascita di Fausto Coppi. Alcuni già andati in scena, altri, come LaMITICA Ciclostorica con Bici d’Epoca per i Colli di Serse e Fausto Coppi, pronti ad animare e colorare le strade dei Colli di Coppi per celebrare il Centenario della nascita del Campionissimo con un evento Ciclostorico a lui dedicato: LaMITICA del CENTENARIO - Fausto Coppi 1919-2019

La Ciclostorica, organizzata dalla Associazione I Colli di Coppi A.S.D. è ormai diventata una classica di inizio estate che, giunta alla sua VIII edizione, rappresenta una importante tappa del Giro d’Italia d’Epoca-GIDE oltre ad essere una prova valida per conseguire il BREVETTO DEI CAMPIONISSIMI-Ciclostoriche del Nord Ovest, è in programma Domenica 30 Giugno con partenza/ arrivo a Castellania Coppi (anche il piccolo borgo che diede i natali a Serse e Fausto Coppi è stato premiato con il cambiamento di nome).
Ad iscrizioni on line chiuse da poche ore (verranno riaperte a Castellania Coppi Sabato 29 dalle ore 16 alle 18 e Domenica 30 dalle ore 6,30 alle ore 8) la crescita di partecipanti desiderosi di far parte della Ciclostorica del Secolo (quello di Fausto Coppi), in un contesto unico come quello di Castellania Coppi, è stata notevole e le iscrizioni nei giorni stessi dell’evento, Sabato 29 e Domenica 30, confermeranno certamente il raggiungimento di un numero di partecipanti molto alto (oltre 300). Come negli anni passati, anche per questo 2019, molti sono gli appassionati di raduni “ciclovintage” provenienti da tutta Italia ma notevole è la crescita di stranieri provenienti da: REGNO UNITO, con i 22 cicloturisti del team Cicli Artigianali Club di Londra ormai affezionati a LaMITICA; BRASILE, con i 7 rappresentanti del gruppo ciclistico Sampa Biker di São Paolo; e ancora STATI UNITI con gli amici di Cycle Italia, FRANCIA e SVIZZERA. Segno che il richiamo del mito Fausto Coppi è fortissimo ma segno anche di come il forte fascino paesaggistico dei territori in cui si snoda la Ciclostorica, unito alle eccellenze dell’enogastronomia e alle atmosfere che si vengono a creare nelle località toccate sono e rimangono davvero uniche. Così come accaduto per le precedenti edizioni sarà gran parte del territorio dei Colli di Coppi ad accogliere il passaggio della Ciclostorica, creata per ricordare ed onorare la figura del Campionissimo ma anche tutti i grandi campioni di questo territorio che, a partire da Giovanni Cuniolo (il primo campione italiano di ciclismo su strada), Costante Girardengo (il primo Campionissimo) e molti altri volti noti e meno noti, hanno contribuito a costruire la storia del ciclismo attraverso le loro “mitiche” imprese sui pedali come Serse Coppi, fratello di Fausto, Luigi Malabrocca e ancora Sandrino Carrea, Ettore Milano e tutti gli angeli custodi Fausto.

Il fitto programma della tre giorni inizia già Venerdì 28 Giugno con l’arrivo a Castellania dei primi espositori del Mercatino di Bici e Accessori d’Epoca. Alle ore 21, con ingresso gratuito, nella piazza antistante il memoriale dei Fratelli Coppi ed in collaborazione con l’Associazione Peppino Sarina di Tortona, per la rassegna “Baracche di Luglio”, la Compagnia Il Teatro Viaggiante - Pietra de Giorgi (PV) presenta “La Famiglia Mirabella”, spettacolo comico satirico familiare di genere acrobatico con biciclette. Vincitore del Premio Tikimiri. Sabato 29 Giugno, alle ore 19:30 presso la corte di “Casa Coppi” è la volta de La Cena del Centenario dal titolo “IL ROSA, IL GIALLO, L’ARCOBALENO. TUTTI I COLORI DELLE MITICHE VITTORIE” che, allestita e cura del consorzio territoriale Derthona Str-Eat / Derthona-Go, trasformerà Castellania in un palcoscenico conviviale grazie soprattutto alla presenza di grandi ospiti ed ex corridori. Quattro nominativi su tutti per evocare grandi imprese sui pedali: Aldo Moser, professionista dal 1954 al 1974. Vittorio Seghezzi professionista tra il 1946 e il 1957 ed unico corridore in vita dei 66 che presero parte alla mitica tappa Cuneo-Pinerolo del 1949 vinta proprio da Fausto Coppi. Fallarini Giuseppe professionista dal 1956 al 1964 e vincitore dei primi Giochi del Mediterraneo del 1955 e Bonariva Alfredo professionista dal 1958 al 1961 alla Bianchi.

Come per le due precedenti edizioni de LaMITICA ci sarà anche spazio per ricordare il mitico corridore tortonese Luigi Malabrocca (la storica maglia nera al Giro d’Italia) attraverso la consegna de LaMITICA Maglia Nera al corridore professionista che ha concluso il 102° Giro d’Italia 2019 in ultima posizione della classifica generale. Il corridore che si è conquistato la simbolica maglia nera de LaMITICA 2019 è il giapponese SHO HATSUYAMA del Team NIPPO FANTINI FAIZANÈ che, a causa impegni agonistici in giappone -campionato nazonale- non potrà essere presente a Castellania ma al quale, in accordo con il Team, consegneremo la maglia alla prossima occasione in cui sarà in Italia.
Ma eccoci a Domenica 30 Giugno quando già dalle prime luci dell’alba Castellania inizierà ad animarsi per le ultime operazioni preliminari, iscrizioni comprese, in vista della partenza ufficiale che verrà data alle ore 8:30. Quattro i percorsi previsti: CORTO di 53 km, MEDIO di 70 km e LUNGO 88 di km, HORS CATÉGORIE di 98 km. Partenza ed arrivo come sempre da Castellania, con l’inserimento di alcuni classici settori di polverose “strade bianche” ovvero di strade con fondo non asfaltato in omaggio al ciclismo epico. Prima sosta ristoro/controllo a Volpedo, in Piazza IV Stato. La seconda sosta, a Tortona alle ore 11, non rappresenta solo una sosta tecnica per ricaricare le energie ma bensì una vera e propria festa d’accoglienza ai mitici allestita da Bellezze in Bicicletta-Tortona Retrò con musiche swing con la Band Gypsy Club, giochi d’epoca per i bambini, festa e solidarietà oltre a numerosi omaggi per coloro che saranno abbigliati a tema vintage. Tortona è anche il luogo della separazione dei percorsi. Il Corto procede rapidamente verso Castellania. Medio, Lungo ed Hors Catégorie, percorrendo la suggestiva strada bianca del Parco Fluviale dello Scrivia, raggiugono Novi Ligure, alla sosta ristoro dei Museo dei Campionissimi, e per i più tosti che hanno scelto il percorso Hors Catégorie, verso la salita che scollina al GPM di Sant’Agata Fossili e che dà diritto ad un prezioso premio offerto dalla amministrazione Comunale di Sant’Agata Fossili proprio per celebrare Costante Girardengo e Andrea “Sandrino” Carrea. Lo stesso tratto di percorso, il 5 Luglio prossimo, sarà lo scenario del Cronoprologo del Giro Rosa ICCREA (Cassano- Castellania). Ma il passaggio classico di tutti i tracciati per il rientro verso Castellania è il transito nel settore di strada bianca ormai conosciuta come “La RAMPINA”. Corto, Medio, Lungo ed Hors Catègorie dovranno sconfiggere la breve ma arcigna salitella sterrata seguita dal più agevole e panoramico tratto in falsopiano immerso nei vigneti e nei colori estivi delle colline, prima di raggiungere l’ambito striscione del traguardo posto proprio di fronte a Casa Coppi. E dopo, tutti all’Agnolotto Party e a seguire alle 15:00 le premiazioni con ricchi omaggi ed un festoso saluto finale.

LaMITICA è un evento organizzato dall’ASSOCIAZIONE I COLLI DI COPPI che ha ottenuto il patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Alessandria, Alexala, GAL Giarolo Leader, della Città di Tortona, di Novi Ligure e dei Comuni di Castellania, Vilalvernia, Pozzolo Formigaro, Sarezzano, Villaromagnano, Volpedo, Sant’Agata Fossili ed è stato reso possibile grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona e di SIMECOM-Gas e Luce. Un particolare ringraziamento al Museo dei Campionissimi di Novi Ligure, alla Cooperativa Volpedo Frutta e all’Associazione Pellizza da Volpedo Onlus per l’organizzazione dei ristori, oltre alla Associazione Fausto e Serse Coppi, Ratti Carburanti, Ciclomania E-BikeRent Voghera, Cantine Volpi, Pella Sportswear, Rolandi Auto, Saldema, Terme di Rivanazzano, Katoen Natie, Farmacia Zerba, Bravo Invest, La Bollina, Festina Orologi e ai Vignaioli del Tortonese per il supporto e gli omaggi offerti a LaMITICA 2019.

Associazione I Colli di Coppi A.S.D. - Piazza Candido Cannavò, 2 - 15051 Castellania Coppi (AL) Tel. 335 6658119 collidicoppi@lamitica.it www.lamitica.it info@lamitica.it

mercoledì 3 aprile 2019

RITORNANO GLI INCONTRI CICLOLETTERARI DE LaMITICA del CENTENARIO

STORIA DI UN CAMPIONE 100 ANNI DI FAUSTO COPPI

Un progetto di Regione Piemonte 
Realizzato da Fondazione Circolo dei lettori e Teatro Stabile Torino – Teatro Nazionale 

In collaborazione con DMO Piemonte Marketing e Fondazione Piemonte dal vivo
Nell’ambito di 
Piemonte – The place to experience 
Media partner La Stampa e Il Secolo XIX 



Presentazioni, letture sceniche, monologhi:
il mito di Fausto Coppi rivive durante gli
Incontri Cicloletterari de LaMITICA del Centenario


Tortona, Novi Ligure, Castellania Coppi: un trittico topografico capace di raccontare una vita intera, quella del Campionissimo Fausto Coppi che qui è nato, ha lottato e superato limiti fino a diventare leggenda. In questi luoghi venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 giugno si svolgerà la V edizione degli Incontri Cicloletterari de LaMITICA, ideati dall’Associazione I Colli di Coppi Asd e parte del ricchissimo programma di eventi riuniti sotto il titolo Storia di un campione. 100 anni di Fausto Coppi, il progetto della Regione Piemonte realizzato dalla Fondazione Circolo dei lettori e Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale. Tre giorni in cui incontrare e ascoltare autori e grandi firme del giornalismo sportivo ispirati dalla storia del ciclismo e dall’incredibile vicenda sportiva ed umana di uno dei suoi protagonisti, al centro di pagine memorabili.

Si comincia a Tortona, dove venerdì 7 è previsto un doppio appuntamento nella cornice della  Biblioteca Civica “Tommaso de Ocheda”: alle 17.30 Adriano Laiolo e Paolo Viberti presenteranno il libro “Coppi. L'ultimo mistero. Le verità mai raccontate sul tramonto del Campionissimo” (Ediciclo, 2019), frutto di ricerche puntuali e testimonianze visive, mentre alle 21.00 si terrà la lettura scenica “Coppi e il Diavolo. Ovvero quando il Campionissimo incontrò Gioannbrerafucarlo”, di Gino Cervi e Davide Ferrari per rimescolare e ricucire gli scritti di Gianni Brera, giornalista sportivo legato alla storia umana e professionale di Coppi, come lui nato proprio 100 anni fa, a solo una settimana di distanza.

Cambio di scena per gli incontri di sabato 8, in programma al Museo dei Campionissimi di Novi Ligure. Alle 15.30 Gino Cervi e Giovanni Battistuzzi racconteranno, in tandem, “Alfabeto Fausto Coppi” (Ediciclo, 2019), una raccolta di 100 brevi racconti concepiti come un essenziale sillabario di oggetti, accadimenti, luoghi e sentimenti in cui si dipanano la vita e le avventure del Campionissimo, con le lettere dell’alfabeto illustrate dal segno inconfondibile di Riccardo Guasco. Alle 21.00, su il sipario per “Il mago di Novi. La storia ispirata e immaginata di Biagio Cavanna”, monologo interpretato e diretto da Emanuele Arrigazzi – scritto da Allegra de Mandato con musiche a cura di Andrea Albertini – in cui l’inquadratura si stringe da Coppi all’uomo che, si dice, lo scoprì: il massaggiatore dei campioni, lo sciamano che toccandoli capiva cosa sarebbero diventati e come accendere e far bruciare il loro fuoco. Tra flash e ricordi vissuti sulla propria pelle, il racconto che Cavanna fa dei suoi campioni e uno sguardo sul suo particolarissimo modo di pensare e esistere.

Infine, è a Castellania Coppi che domenica 9 si concludono gli incontri, il piccolo borgo dove la storia del Grande Airone è iniziata e che oggi accoglie le sue spoglie e quelle dell’amato fratello Serse, dove anche i muri delle case ne testimoniano il passaggio. Anche in questo caso il programma prevede due incontri, uno nel pomeriggio e uno nella serata: alle 16.30 alla Locanda “Il grande Airone”, gli autori Claudio Gregori con il suo ultimo libro “Il romanzo di Baslòt, vita e imprese di Giovanni Rossignoli” (Bolis Edizioni, 2019) e Marco Pastonesi  con “La leggenda delle strade bianche” (Ediciclo, 2017) accompagneranno il pubblico in un viaggio nel tempo attraverso il ciclismo epico ed eroico dell’epoca in cui le strade erano fatte di polvere e fango e gareggiare in bicicletta significava essere dei veri supereroi.


Storia di un campione. 100 anni di Fausto Coppi, è un progetto della Regione Piemonte, realizzato dalla Fondazione Circolo dei lettori e Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale, in collaborazione con DMO Piemonte Marketing e Piemonte Dal Vivo. Media Partner La Stampa e Il Secolo XIX. Museo dei Campionissimi. Città di Novi Ligure. Città di Tortona. Locanda Il grande Airone. Residenza Il Borgo di Castellania.







Associazione I Colli di Coppi A.S.D. - Piazza Candido Cannavò, 2 - 15051 Castellania Coppi (AL)

collidicoppi@lamitica.it     www.lamitica.it    info@lamitica.it

Ufficio stampa Storia di un campione
Ex Libris Comunicazione
Carmen Novella |
c.novella@exlibris.it
Daria Luzi | 371 3311830 | ufficostampa@exlibris.it

Ufficio stampa Fondazione Circolo dei lettori
Giorgia Tomatis | 349 5652677 | ufficiostampa@circololettori.it

lunedì 25 giugno 2018

LaMITICA 2018 - POLVERE, SUDORE E FATICA TUTTO IN UNA SOLA PAROLA: FELICITA'







Castellania, 25 Giugno 2018

Se il successo di un evento, ancor più se sportivo, lo si può misurare dai volti dei partecipanti ma anche degli organizzatori, le due espressioni ed emozioni che principalmente si rincorrevano ed alternavano sui visi al termine della giornata dedicata a LaMITICA Ciclostorica andata in scena ieri Domenica 24 a Castellania e nei Colli di Coppi, erano proprio felicità e stanchezza.

La felicità di tutti i 200 iscritti, provenienti da molte parti d’Italia, Inghilterra, Olanda, Spagna, Francia e Stati Uniti, per aver partecipato alla Ciclostorica dedicata a Fausto Coppi che, omaggiando il Campionissimo, così come tutti i grandi del ciclismo che hanno vissuto in queste terre, offre l’opportunità di immergersi, letteralmente anima e corpo, nel territorio dei Colli di Coppi che vede nella bicicletta il mezzo ideale per andare alla sua scoperta.

Felicità per aver portato a termine uno dei tre, anzi quattro, percorsi proposti senza badare se i chilometri pedalati sono stati 53, 70, 88 o addirittura 98. Senza nessun obiettivo agonistico di arrivare prima di un avversario e dove, talvolta, l’unica vera battaglia è quella contro la polvere, il sudore e la fatica o peggio contro la sfortuna, la più subdola delle inside che senza preavviso prende di mira i malcapitati con salti di catena, forature, scivolate o rotture meccaniche.

Felicità per essere riusciti, magari dopo aver tentato in altre precedenti edizioni de LaMITICA a percorrere, senza mettere il piede a terra, il tratto “cattivo” della Rampina o meglio l’ormai mitica strada bianca che tutti i percorsi devono affrontare per salire verso Passo Coppi e quindi verso il traguardo di Castellania. Felicità, condita con maggior ragione dalla ancora più fatica, per i 47 Ciclostorici che hanno portato a termine il percorso Hors Catégorie, novità dell’edizione 2018 ed inserito in collaborazione con il Comune di Sant’Agata Fossili dove era posto il GPM, per aver ottenuto in premio il prezioso lingotto d’argento dedicato a Costante Girardengo e Andrea “Sandrino” Carrea. Tra coloro che hanno portato a termine il difficile percorso Hors Catégorie è doveroso segnalare il parmense Maurizio Caggiati, classe 1943 (!) che è stata premiato, oltre che con il lingotto d’argento anche con una bottiglia magnum, offerta dalle Cantine Volpi di Tortona, per aver pedalato in sella ad una bicicletta dei primi del ‘900 naturalmente senza cambio.

Felicità per aver pedalato, con la propria bicicletta d’epoca, accanto a due ospiti d’eccezione come Luciano Armani ed Emilio Casalini, parmensi, ex corridori che negli anni sessanta/settanta hanno vissuto in prima persona, e con discreti successi, il grande ciclismo dell’epoca dove alcuni dei nomi di spicco erano Gimondi, Adorni e Merckx che proprio Armani batté in volata al termine di una tappa del Tour de France del 1971.
La giornata perfetta per temperatura, sole e colori del paesaggio ha trovato il suo giusto contorno nei ristori di Volpedo in Piazza Quarto Stato, grazie al Comune di Volpedo, all’Associazione Pellizza da Volpedo e alla Cooperativa Volpedo Frutta; alla sosta di Tortona, in Piazza Malaspina grazie alla collaborazione con il Comune di Tortona e alla festosa accoglienza creata da Bellezze in Bicicletta/Tortona Retrò dove il pretesto per il ristoro dei ciclostorici si è trasformata, come ormai da tradizione, in una vera e propria festa vintage. E ancora, per i percorsi Lungo ed Hors Catégorie, nel graditissimo ristoro al Museo dei Campionissimi di Novi Ligure e ancora in quello gustoso e “ruspante” posto in cima al GPM di Sant’Agata Fossili grazie a Comune e Pro Loco di Sant’Agata. Al termine, dopo l’arrivo Agnolotto party per tutti i partecipanti accompagnati dalla musica live acustica della band Cranchi, con Massimiliano Cranchi alla voce e chitarra che, dopo aver portato a termine LaMITICA ha allietato il ristoro finale di tutti i ciclostorici.

Ricche le premiazioni a partire di premi assegnati dal Giro d’Italia d’Epoca e consegnati direttamente dalla Presidente Michela Moretti Girardengo (nipote di Costante Girardengo) ai ciclostorici che si sono distinti nella varie tappe del circuito di cui LaMITICA ne è la VII tappa. Per proseguire con la consegna dei Brevetti dei Campionissimi-Ciclostoriche del Nord Ovest ai 19 brevettati che nel 2017 hanno partecipato alle 5 Ciclostoriche tra Piemonte e Liguria.

Per le premiazioni de LaMITICA il via è stato dato dalla consegna del premio Hors Catégorie, dedicato a Girardengo e Carrea, ai 47 ciclostorici che sono transitati dal GPM consegnati dal Sindaco di Sant’Agata Fossili, Diego Camatti e dal Vicesindaco, Alberto Bassani. Premiate, con un orologio FESTINA offerto da Festina Italia, rispettivamente la partecipante donna più giovane, Simoes Marie Francoise proveniente da Londra e presente a LaMITICA con il gruppo di “Cicli Artigianali Club di Londra,” di cui fa parte anche Robert Johnson, premiato come primo iscritto; la partecipante donna più “agée” Patrizia Catastini di Livorno; il più giovane Stefano Cassiani di Rho; il partecipante più anziano Angelo Cogliati di Lainate (classe 1938!) e il partecipante proveniente da più lontano Steven Fellini di Washington DC (USA). Premio speciale al gruppo più numeroso, in maglia bianco-celeste SIOF, a cui è andato il “Trofeo Trentasecondi”, in ricordo dell’indimenticato amico Mario Zadra, realizzato e offerto dalla ditta Saldema di Carbonara Scrivia oltre ad una selezione di vini delle Cantine Volpi Tortona. Ad Ambrogio Cottino e Paolo Tosi sono andati in premio due coppie di tubolari, offerti da Ciclomania- Voghera, per essere gli inseparabili visti in tutti gli eventi ciclo storici. Massimo Viola di Casei Gerola si è aggiudicato la maglia ufficiale dello scalatore del Giro d’Italia, offerta da Mediolanum, per essere stato il primo a transitare sul GPM Hors Catégorie. Omaggiata anche la pattuglia dei Bike Patrol, la Polizia Municipale in bicicletta, di Alessandria presente a Castellania con le loro biciclette attrezzate.

Dicevamo all’inizio felicità e stanchezza sul volto dei partecipanti ma anche sui volti degli organizzatori, stanchezza premiata però dai numerosi ringraziamenti ricevuti da tutti i partecipanti per essere riusciti anche per questa VII edizione de LaMITICA, grazie anche a tutto il territorio dei Colli di Coppi, ad allestire un evento diventato un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati che per commemorare il Campionissimo Fausto Coppi scelgono di venire nel nostro territorio alla scoperta, di paesaggi ed itinerari davvero mitici tutti da pedalare in sella alla propria bicicletta.

LaMITICA è un evento organizzato dall’APS I COLLI DI COPPI che ha ottenuto il patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Alessandria, Alexala, GAL Giarolo Leader, della Città di Tortona, di Novi Ligure e dei Comuni di Castellania, Costa Vescovato, Vilalvernia, Pozzolo Formigaro, Spineto Scrivia, Viguzzolo, Villaromagnano, Volpedo, Cassano Spinola e Sant’Agata Fossili ed è stato reso possibile grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, di SIMECOM-Gas e Luce e di Unità Gamma Servizi di Sicurezza. Un particolare ringraziamento al Museo dei Campionissimi di Novi Ligure, ad ACdB Museo_Alessandria Città delle Biciclette, alla Cooperativa Volpedo Frutta e all’Associazione Pellizza da Volpedo Onlus per l’organizzazione dei ristori, oltre a Associazione Fausto e Serse Coppi, Gamma Innovation, Ratti Carburanti, Ciclomania E-BikeRent Voghera, Cantine Volpi, Pella Sportswear, Salumificio Sabbione, Rolandi Auto, Saldema, La Bollina, Abbondio, Festina Orologi e ai Vignaioli del Tortonese. E ancora all’Associazione Nazionale Alpini Gruppo Protezione Civile, alla Protezione Civile Gruppo Comunale di Tortona, CB Pupo Emergenza Radio, Croce Rossa-Tortona e Croce Verde-Villalvernia. A tutti gli amici in moto e che ancor prima hanno posizionato tutte le indicazioni sui percorsi. A i-Bike per aver fornito il furgone scopa. E ancora un grazie ai comandi della Polizia Municipale dei comuni toccati da LaMITICA. ARRIVEDERCI AL 2019 in cui verranno celebrati i 100 anni dalla nascita di Fausto Coppi.


Info: www.lamitica.it info@lamitica.it FB: lamiticaciclostorica Twitter @lamiticaCdC

A.P.S. I COLLI DI COPPI Piazza Candido Cannavò, 2 15051 Castellania (AL) Tel/Fax: 0131-837127